Luci led: fredde, calde e naturali. Come si differenziano e quale scegliere per ogni ambiente

Luci led: fredde, calde e naturali. Come si differenziano e quale scegliere per ogni ambiente

Luci Led: una scelta da non sbagliare, per illuminare nel miglior modo possibile i tuoi ambienti. Ecco una guida pratica

Scegliere le lampadine per i nostri ambienti può sembrare tutto sommato un’operazione facile. In realtà non è così, a meno che non ci si voglia accontentare di soluzioni che, spesso, non rappresentano visivamente la vera realtà dei colori. Così, nella scelta delle lampadine led, incidono la quantità di lumen di cui si ha bisogno, l’attacco che le collega al portalampada e la tonalità di luce che si desidera. Argomento di cui parliamo in questa guida. 

LUCI LED, TRE VARIANTI DI COLORI

Ipotizziamo una scala di colori, come quella mostrata dalla foto in alto. Si parte da una tonalità (temperatura) fredda, passando per una naturale (detta anche neutra) e finendo poi con una calda. Ecco, questi tre passaggi rappresentano le tre varianti di colori che possono caratterizzare una lampadina. Su ognuna di esse, sarà quindi indicato il cosiddetto CCT, vale a dire il Correlated Color Temperature e il valore in scala gradi Kelvin (simbolo: K). Per semplificare, possiamo seguire questa tabella:

– Temperatura fredda: range compreso tra 6000 K e 6500 K

– Temperatura naturale (neutra): range compreso tra 3000 K e 4000 K

– Temperatura calda: range compreso tra 2000 e 2700 K

LUCI LED, LE TONALITA’

La luce fredda ha una tonalità che va dal bianco freddo fino all’azzurro. Dato che la luce solare, durante il giorno, supera i 5000 K, questa luce è detta anche daylight. La luce naturale ingloba sia spettri di luce calda che fredda, i quali si uniscono dando luogo ad una luce bianca uniforme. La luce calda invece varia dal giallo al rosso, passando per l’arancione. Va da sé che, ad ogni ambiente, sarà adatta una di queste tonalità. Vediamo insieme come scegliere la migliore. 

LAMPADINE LED LUCE CALDA, DOVE MONTARLE

La luce calda è molto rilassante. E di conseguenza non affatica gli occhi. Per questo, solitamente, lampadine con una tonalità del genere vengono utilizzate in camera da letto, nei salotti, nelle sale da pranzo, più in generale nelle aree relax. E’ una regola che, in alcuni casi, può non valere. Facciamo l’esempio del salotto. Se l’arredamento è classico, utilizzare lampadine con luce calda servirà ad esaltarne la bellezza e lo stile. Se l’arredamento è moderno invece, sarà consigliabile utilizzare una luce fredda.

LAMPADINE LED LUCE NATURALE, DOVE MONTARLE

Le lampadine led a luce naturale uniformano, come scritto sopra, sia spettri di luce calda che spettri di luce fredda. Creando una tonalità che rimane molto riposante. E per questo che, lampadine con luce naturale, vengono utilizzate in quegli ambienti da lettura, da studio o da lavoro.

LAMPADINE LED LUCE FREDDA, DOVE MONTARLE

Questo tipo di luce è perfetta per illuminare grandi ambienti quali possono essere un supermercato, un grande magazzino, un ospedale. Più in generale la luce fredda va utilizzata in tutte quelle attività dove è fondamentale poter vedere in maniera nitida persone ed oggetti. Viene spesso utilizzata anche nei bagni casalinghi. Il motivo è molto semplice. La luce fredda dà una più profonda percezione di pulizia.

postato 26/03/2019 by Rm Electric S.R.L. Tecnologia LED 0 91

LASCIA UN COMMENTOLeave a Reply

Precedente
Next

No products

To be determined Shipping
0,00 € Totale

Procedi con l'ordine